luca avoledo
GLI ULTIMI ARTICOLI

3 ottobre 2014

Quanta acqua bere al giorno

Acqua da bere
Per far funzionare bene l'organismo e bilanciare le perdite è necessario idratarsi. Ecco quanta acqua bere al giorno (da aumentare durante l'attività fisica e i mesi estivi) e quale acqua scegliere.

Gli effetti benefici di un giusto apporto quotidiano di acqua sono numerosi. Abbiamo approfondito altrove le ottime ragioni per bere a sufficienza. Qui ricordiamo le principali: l'acqua depura, migliora le performance cerebrali, mantiene il sangue più fluido, contrasta la stitichezza, rende la pelle luminosa ed è un'alleata quando c'è bisogno di dimagrire.

Quanta acqua bere
Bere tanta acqua ogni giorno: perché, quanta e quale.

Quanti bicchieri d'acqua bere ogni giorno


In linea generale, in condizioni di salute normali bisognerebbe bere quotidianamente due litri di acqua, che corrispondono a otto bicchieri circa. E quando la perdita di liquidi è più abbondante, come avviene nei mesi estivi o se ci si dedica all'esercizio fisico, questo quantitativo deve essere più o meno ingentemente incrementato.

DVD - Il Potere del Cibo

Quale acqua scegliere


Ai fini dell'idratazione, acqua naturale (o liscia) e acqua gassata (o frizzante) si equivalgono. Sotto questo profilo la scelta dipende quindi solo dal gusto personale. Chi soffre di reflusso gastroesofageo, acidità di stomaco, pancia gonfia o meteorismo dovrebbe però evitare le acque addizionate di anidride carbonica, che possono acuire tali disturbi.

E per quel che riguarda il contenuto in sali minerali? Le acque minimamente mineralizzate (con residuo fisso inferiore a 50 mg/l) sono quelle da preferire se l'obiettivo è aumentare la diuresi, depurare l'organismo, ridurre i gonfiori conseguenti alla ritenzione di liquidi. Chi ha una digestione lenta o difficile può invece prediligere ai pasti acque minerali bicarbonate (con livelli di bicarbonati maggiori di 600 mg/l), che contribuiscono a favorire il processo digestivo. Infine, le ricerche hanno evidenziato che le acque con quantità di calcio superiori a 150 mg/l aiutano a rimineralizzare le ossa: le acque minerali calciche possono pertanto essere utilizzate dopo la menopausa e in ogni altra circostanza in cui sia maggiore il rischio di osteoporosi.

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO
Nella dieta estiva la giusta quantità d'acqua non deve mancare
L'acqua contrasta la ritenzione idrica

PER SAPERNE ANCORA DI PIÙ
Il Tuo Corpo Implora AcquaFereydoon BatmanghelidjMacro Edizioni
Acqua: Sai Cosa Bevi? - LibroGiorgio Temporelli
Pensiero Scientifico Editore

I PRODOTTI E I RIMEDI NATURALI UTILI
Filtro Alvito Sopralavello Duplex Alvito Gmbh

RICEVI GIÀ LA NEWSLETTER SETTIMANALE
GRATUITA DEL DR. AVOLEDO?
La newsletter di Luca Avoledo
I TUOI COMMENTI
Commenta con Facebook
Commenta con Google+