luca avoledo
GLI ULTIMI ARTICOLI

25 ottobre 2015

Ritardare la menopausa smettendo di fumare

Donna in menopausa che fuma
E' possibile ritardare l'arrivo della menopausa semplicemente smettendo di fumare. Uno stimolo ulteriore per le donne che vogliono dire addio alle sigarette e non ci sono ancora riuscite.

Le evidenze sono sempre più nette: le donne che fumano corrono un rischio maggiore di vedere anticipata l'età della menopausa.

Esiste ed è ben dimostrata una relazione tra abitudine al fumo ed età dell'ultima mestruazione.

Menopausa precoce e fumo: cosa dicono le ricerche


Su questo tema rivestono particolare interesse i risultati di uno studio dell'Università di Hong Kong pubblicato sulla rivista scientifica Menopause.

La ricerca cinese è una metanalisi, ovvero uno studio che prende in esame tutti i diversi lavori già condotti su un certo argomento. Gli autori hanno tirato le somme degli esiti di 11 ricerche precedenti, nelle quali era emersa una qualche relazione tra menopausa precoce e tabagismo.

No alle sigarette per posticipare la menopausa
Puoi ritardare la menopausa anche
di anni se rinunci al tabacco.
Prendendo in considerazione 6.000 donne di paesi e continenti diversi, i ricercatori hanno stabilito che in media le fumatrici entrano in menopausa tra i 43 e i 50 anni, mentre le non fumatrici tra i 46 e i 51 anni.

Anche un ampio studio australiano su fumo e menopausa che ha seguito nel tempo oltre 3.500 donne ha messo in luce che la menopausa precoce è più frequente nelle donne che fumano rispetto alle non fumatrici. Si è visto che persino nelle ex fumatrici, in confronto alle donne che non rinunciano alle sigarette, il rischio di menopausa anticipata è minore.

Le conseguenze della menopausa precoce


Cessando anzitempo l'azione degli estrogeni, le donne fumatrici sono prematuramente esposte al rischio di soffrire di alcune patologie correlate alla menopausa, quali osteoporosi e malattie cardiovascolari, da cui gli ormoni sessuali femminili caratteristici dell'età fertile offrono protezione.

Al di là dei più noti danni alla salute che le sigarette provocano, smettere di fumare rappresenta una decisione intelligente anche per ridurre le probabilità di incorrere nella menopausa precoce.

Il fumo peggiora anche sintomi e disturbi della menopausa


Altre ricerche più specifiche hanno visto come a causa degli effetti antiestrogenici del fumo continuare a fumare dopo la menopausa possa avere ulteriori conseguenze indesiderate, tra cui influire negativamente sulla densità ossea, facilitare le vampate di calore, acuire l'atrofia vaginale (e quindi fenomeni di secchezza, dolori e bruciori vulvovaginali) e persino ridurre gli effetti della terapia ormonale sostitutiva (TOS), il trattamento farmacologico che la medicina convenzionale tipicamente propone per mitigare i disturbi che accompagnano la menopausa.

Calcio citrato + vit. D3

Per avvalersi in ogni caso dei rimedi naturali utili a sostenere la donna prossima alla menopausa si possono approfondire le strategie dolci per questa delicata fase di transizione agli articoli sottoriportati.
PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO
Fitoterapia in menopausa per vampate, osteoporosi e gli altri sintomi
Per i disturbi della menopausa ci vuole più magnesio
Affrontare la menopausa naturalmente
La giusta quantità di calcio per l'osteoporosi
PER SAPERNE ANCORA DI PIÙ
E' Facile Smettere di Fumare se sai Come Farlo per le DonneAllen Carr
Ewi
Menopausa e Rimedi NaturaliSilvia Rollone
Età dell'Acquario Edizioni
I PRODOTTI E I RIMEDI NATURALI UTILI
Menopause Formula
Per alleviare i disturbi legati alla menopausa
Natur

RICEVI GIÀ LA NEWSLETTER SETTIMANALE
GRATUITA DEL DR. AVOLEDO?
La newsletter di Luca Avoledo
I TUOI COMMENTI
Commenta con Facebook
Commenta con Google+