luca avoledo
GLI ULTIMI ARTICOLI

24 agosto 2012

Intolleranze alimentari: i sintomi e i disturbi che provocano

Quando l'intolleranza alimentare dipende da un panino
Le intolleranze alimentari provocano sintomi e disturbi eterogenei, quando non vere malattie. Gli organi bersaglio possono essere i più diversi e i fastidi vanno ben oltre la sfera intestinale...

Parlando di intolleranze alimentari, abbiamo visto come, in alcuni casi, il nostro organismo reagisca male a certi cibi, scatenando una serie di disturbi e fastidi. I sintomi sono solo la punta dell'iceberg: un segnale di allarme mediante il quale il corpo avverte che qualcosa nel suo equilibrio non funziona come dovrebbe.

I sintomi delle intolleranze alimentari
I sintomi che le intolleranze alimentari possono provocare o aggravare sono i più disparati.

Una dieta monotona, spesso anche impoverita di nutrienti essenziali ed eccessivamente raffinata, è una condizione che favorisce l'insorgenza di ipersensibilità alimentari (leggete l'articolo Quanto è varia la tua alimentazione? per sapere come evitarla).

Ma quali sono i sintomi delle intolleranze alimentari e le condizioni patologiche o comunque disfunzionali a cui questi sintomi rimandano? Lo spettro è davvero ampio e tocca praticamente tutti gli organi e apparati. Tra le principali manifestazioni in cui le ipersensibilità alimentari e la loro interferenza sul sistema immunitario possono giocare un ruolo più o meno importante si rilevano:

- disturbi dell'apparato digerente (pancia gonfia o meteorismo, diarrea, stitichezza, sindrome dell'intestino irritabile o colite, dolori addominali, nausea, digestione prolungata o comunque difficile, reflusso gastroesofageo, gastrite e altri disturbi di stomaco, inappetenza, appetito eccessivo, afte)

- sovrappeso, difficoltà a dimagrire o a mantenere il giusto peso, ritenzione idrica

- affezioni respiratorie (riniti anche di tipo allergico e raffreddori frequenti, asma, sinusiti, faringiti, laringiti, bronchiti e altre infezioni ricorrenti delle vie aeree, difficoltà di respirazione)

- problemi cutanei (eczemi, dermatiti di varia natura, orticaria, prurito, acne e altre eruzioni cutanee, rosacea, pelle ruvida)

- sintomi a carico della sfera nervosa (cefalea ed emicrania, ansia, umore depresso, stanchezza e affaticabilità, scarsa lucidità mentale, difficoltà di concentrazione e memoria, sonnolenza, insonnia)

- disturbi genitourinari (cistiti, mestruazioni irregolari, dolorose o abbondanti, candidosi, vaginiti, prostatiti, subfertilità e difficoltà di concepimento, endometriosi)

- dolori muscolari e osteoarticolari (artrite, crampi, spasmi, rigidità muscolare, fibromialgia)

- sintomi cardiaci e circolatori (palpitazioni, tachicardia, extrasistoli, infiammazioni venose e arteriose, vasculiti, gonfiori del viso o del corpo, linfedema)

- malattie autoimmuni (psoriasi, artrite reumatoide, morbo di Crohn, rettocolite ulcerosa, lupus eritematoso sistemico ecc.).

Il test per le intolleranze alimentari

Per chi si chiede cosa possano avere in comune quadri sintomatologici così diversi e apparentemente lontani tra loro la risposta è la componente infiammatoria, ovvero la naturale reazione che il corpo mette in atto di fronte a una minaccia, reale o percepita come tale. Un processo che certi alimenti possono provocare o perlomeno sostenere: è quella che oggi viene definita infiammazione da cibo.

Disturbi cronici o recidivanti tali da implicare un'infiammazione più o meno riconoscibile e che resistano ai tentativi terapeutici tradizionali possono trovare almeno parziale giustificazione in un'intolleranza verso certi cibi. Ma anche situazioni meno eclatanti, come la difficoltà a perdere peso malgrado una dieta corretta, sottendono spesso un'ipersensibilità alimentare nascosta.

E se bastasse sottoporsi a un test per le intolleranze alimentari per scoprire il problema, intravedere una soluzione e ottenere una riduzione parziale o totale di sintomi, disturbi e reazioni, nonché un loro miglior controllo?

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO
Come scoprire e superare le intolleranze alimentari
Intolleranze alimentari: cosa sono e come si superano
Il test DRIA per le intolleranze alimentari
Intolleranze alimentari: la dieta di eliminazione non è la soluzione
Come risolvere le intolleranze alimentari
Intolleranze alimentari e test affidabili: dove si fanno?
Intolleranza al sale: cos'è, i disturbi che provoca, come si risolve

PER SAPERNE ANCORA DI PIÙ
Recuperare la Tolleranza AlimentareAttilio Speciani
Tecniche Nuove Edizioni
Superare le Intolleranze AlimentariAttilio Speciani, Francesca Speciani
Tecniche Nuove Edizioni
Guarire le intolleranzeAttilio Speciani
Tecniche Nuove Edizioni

I PRODOTTI E I RIMEDI NATURALI UTILI
Test DRIA per le intolleranze alimentari Puoi effettuarlo presso

RICEVI GIÀ LA NEWSLETTER SETTIMANALE
GRATUITA DEL DR. AVOLEDO?
La newsletter di Luca Avoledo
I TUOI COMMENTI
Commenta con Facebook
Commenta con Google+