luca avoledo
GLI ULTIMI ARTICOLI

8 gennaio 2014

Le piante per la salute: 4 fitoterapici da conoscere

Rosa canina
Tra le piante per la salute un posto di rilievo spetta a quattro fitoterapici antiossidanti: sono in grado di ottimizzare il funzionamento di apparato cardiocircolatorio, fegato e cervello.

La durata media della vita si allunga, mentre si semplifica l'accesso alla messe di informazioni e notizie utili affinché ciascuno di noi possa acquisire un ruolo attivo nella gestione della propria salute.

Quattro rimedi erboristici particolarmente importanti per la salute
Tra le tante erbe utili, a queste spetta un posto di primo piano.

Le risorse non farmacologiche a disposizione per incrementare il benessere sono numerose e spaziano dall'alimentazione al movimento fisico, passando per gli integratori alimentari efficaci anche per prevenire malattie importanti e altri rimedi naturali. Tra questi ultimi meritano sicuramente attenzione alcuni fitoterapici antiossidanti, in grado di facilitare in modo mirato il fisiologico funzionamento di specifici organi e particolarmente strategici per il mantenimento della salute. Si tratta del biancospino, del cardo mariano, del ginkgo e della rosa canina. Conosciamoli meglio.

1. Biancospino (Crataegus monogyna)



E' un regolatore del ritmo cardiaco, utilizzato anche per le sue proprietà sedative nel controllo di ansia, palpitazioni e ipertensione. Contiene flavonoidi come vitexina, rutina, quercetina e procianidine, principi attivi capaci di migliorare la forza contrattile del cuore, favorire la dilatazione dei vasi sanguigni e abbassare la pressione arteriosa. Potete scegliere il gemmoderivato o macerato glicerico di biancospino, assumendone 30 gocce in poca acqua 2-3 volte al giorno. Ancora più efficaci sono le capsule di estratto secco standardizzato e titolato in vitexina almeno all'1,8%: cercatele da 200 milligrammi e prendetele 2-3 volte al giorno. Se si rispetta la posologia consigliata, il biancospino è ben tollerato e non provoca effetti collaterali, ma deve essere evitato da chi è in cura con antiaritmici (soprattutto digitalici) o antipertensivi (in particolare betabloccanti), farmaci con cui potrebbe interagire.

Cardo mariano

2. Cardo mariano (Silybum marianum)



Ha dimostrati effetti protettivi e depurativi del fegato, ghiandola che funziona da filtro per l'organismo e che lo aiuta a liberarsi di tossine, scorie, residui del metabolismo, farmaci. Ottimo in chiave preventiva, questo fitoterapico contribuisce anche a velocizzare la rigenerazione delle cellule del fegato in presenza di malattie epatiche. Abbiamo esaminato dosaggi, controindicazioni ed effetti collaterali del cardo mariano nell'articolo Le proprietà del cardo mariano (Silybum marianum), fitoterapico per la salute del fegato.

3. Ginkgo (Ginkgo biloba)



Pianta dotata di azione antinfiammatoria, è impiegata soprattutto per favorire la circolazione sanguigna. I principi attivi del ginkgo si sono rivelati utili anche nel promuovere la sintesi di alcuni neurotrasmettitori cerebrali (soprattutto dopamina e acetilcolina) e possono aiutare a prevenire e contenere diverse forme di declino cognitivo (inclusi il morbo di Parkinson e la malattia di Alzheimer), nonché ad arginare alcuni tipi di depressione. Trovate informazioni su come assumere questo fitoterapico nell'articolo Proprietà, effetti e controindicazioni del ginkgo (Ginkgo biloba).

4. Rosa canina (Rosa canina)



A differenza dei tre rimedi naturali precedenti, la rosa canina o rosa selvatica non esercita attività elettiva su specifici organi o apparati, ma si distingue tra le piante tradizionalmente utilizzate in erboristeria per il contenuto di vitamina C dei suoi frutti. Rosa canina può quindi rappresentare un interessante presidio innanzitutto per il sostegno delle difese immunitarie e la prevenzione di malattie infettive e degenerative. Per dosaggi realmente efficaci è meglio affidarsi a integratori alimentari di vitamina C che associno questo micronutriente ai frutti della rosa selvatica e al loro carico di flavonoidi, i quali potenziano l'azione della vitamina C. Chiudiamo con una nota che piacerà alle lettrici: la rosa canina è preziosa anche come ingrediente di acque distillate a effetto illuminante e decongestionante della pelle, specie se sensibile e arrossata.

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO
3 metodi per abbassare naturalmente la pressione
Proteggere il cuore e ridurre il colesterolo in sei mosse
Il fungo reishi: antiossidante, antinfiammatorio, antiaging ed epatoprotettore
Schisandra per il fegato, la mente e il sistema immunitario
Rimedi naturali per la circolazione e le gambe pesanti
Fitoterapia ed erboristeria: l'elenco delle piante medicinali e le loro proprietà
Come utilizzare da soli la fitoterapia e le piante più efficaci per la salute

PER SAPERNE ANCORA DI PIÙ
L'uomo, la Fitoterapia, la GemmoterapiaBruno Brigo
Tecniche Nuove Edizioni

I PRODOTTI E I RIMEDI NATURALI UTILI
Sciroppo di Biancospino - 200 ml Medical B.I.
Liv/99 - 500 ml Medical B.I.
Spring Ginkgo Monelli Ezio
C 500 con Rosa Canina Natural Point

RICEVI GIÀ LA NEWSLETTER SETTIMANALE
GRATUITA DEL DR. AVOLEDO?
La newsletter di Luca Avoledo
I TUOI COMMENTI
Commenta con Facebook
Commenta con Google+