luca avoledo
GLI ULTIMI ARTICOLI

6 maggio 2015

7 modi facili e piacevoli di fare movimento senza andare in palestra

Bambino piccolo che fa attività fisica con un pallone da basket
L'esercizio fisico è un lasciapassare per la salute, ma l'impegno e la fatica possono scoraggiare. Ci sono però modi facili e persino piacevoli di fare movimento senza andare in palestra.

Non sottolineeremo mai abbastanza i vantaggi che l'attività fisica produce per il benessere del corpo e il contributo del movimento all'efficienza della mente. Rinunciarvi per ragioni di tempo o perché spaventati dalla motivazione richiesta da un allenamento strutturato e regolare significa privarsi di un metodo tra i più efficaci per mantenersi in forma e allungare la vita.

Queste 7 soluzioni per fare attività fisica in maniera agevole, senza l'obbligo della palestra e senza troppa fatica, sono proprio quel che ci vuole per quanti ancora restano inchiodati alla poltrona e si perdono così i grandi benefici del movimento.

1. Il gioco di squadra tra genitori e figli


Insegnare i rudimenti di uno sport o anche solo inventare occasioni per muoversi liberamente all'aria aperta insieme ai piccoli di casa sono ottime mosse per trarre soddisfazione dall'esercizio fisico passando più tempo insieme. Da aprile a metà ottobre (nel fine settimana o al crepuscolo, approfittando delle tante ore di luce) la bella stagione moltiplica le opportunità per sfidare la pigrizia e godere di questi momenti di condivisione familiare.

Qualche tiro al canestro improvvisato del cortile, due calci al pallone, una partita a tennis, un giro sui pattini a rotelle nel parco cittadino, una gita in bicicletta sono tutti modi divertenti di fare attività fisica senza che l'idea di un appuntamento vincolante, come il corso pre-pagato in palestra o l'abbonamento alla piscina, aggiunga una nuova voce alla lista dei doveri e raffreddi così l'entusiasmo di chi si è finalmente deciso a combattere la sedentarietà.


2. La passeggiata in pausa pranzo


Di solito si trascorre in mensa, seduti al tavolo del bar più vicino al posto di lavoro o, se ci si vuol fare del male, davanti al computer. Eppure la pausa pranzo rappresenta anche un'opportunità per ritagliarsi un po' di tempo per fare movimento. Avendo un'ora circa di break a disposizione, una strategia intelligente per ricavare benefici su più livelli consisterebbe nel dedicare trenta minuti al pasto e i successivi trenta a una bella camminata nei dintorni.

Quando si scelgono preparazioni poco elaborate e porzioni non eccessive, questa piccola modifica nelle consuetudini quotidiane contribuisce a favorire la digestione, ad asciugare le forme e persino a migliorare la produttività: passeggiare a metà della giornata lavorativa produce effetti detensivi e rivitalizzanti che si riflettono sul rendimento, la concentrazione e la creatività nelle ore pomeridiane. Grazie a uno sforzo minimo vi ritroverete più dinamici e tonici, con ricadute positive su diversi fronti.

3. Un cucciolo da portar fuori tutti i giorni

Cagnolino che corre e fa fare movimento anche al padrone
Portare a spasso il cane è un modo
divertente di fare movimento.

Un cagnolino regala affetto incondizionato, fa compagnia, stringe amicizie inossidabili con i bambini, tutte ragioni per le quali anche l'obbligo di tre uscite al giorno può diventare un piacere. Se state accarezzando l'idea di procurarvene uno, sappiate che accompagnando il vostro cane nelle sue passeggiate quotidiane e divertendovi a giocare con lui negli spazi in cui può correre liberamente vi muoverete senza nemmeno accorgervene.

Possedere un cane o persino un gatto garantisce peraltro tanti vantaggi aggiuntivi: chi convive con un animale domestico ha un rischio cardiovascolare ridotto, più bassi valori sia di colesterolo che di pressione arteriosa ed è meno esposto a tristezza profonda e depressione.

N.O. RED BEET . Migliora le prestazioni fisiche proteggendo l’organismo

4. Un audiolibro da ascoltare camminando


Un romanzo, un saggio, una raccolta di poesie, un manuale per l'apprendimento di una lingua straniera sono cibo per la mente. Fino a pochi decenni anni fa erano fruibili solo a patto di sospendere tutte le altre attività, per dedicarsi completamente alla lettura. Oggi la tecnologia mette a disposizione le tracce audio di interi volumi, che possono essere ascoltate mentre le mani, gli occhi e le gambe fanno altro.

Se quindi amate leggere o dovete investire parte del vostro tempo nello studio, scegliere gli audiolibri anziché i testi cartacei o gli e-book vi permetterà l'esperienza della "lettura in movimento" quando camminate, fate jogging o pedalate.
VUOI COMINCIARE A MUOVERTI? - ASCOLTA L'MP3
Correre e camminare su Radio Capital
Il dottor Avoledo parla di movimento e attività fisica a Radio Capital.

5. I mezzi pubblici per andare al lavoro


Se il parcheggio è vicino al posto di lavoro e la strada per arrivarci non è eccessivamente trafficata, l'automobile tende a essere considerata l'opzione più comoda. Ma la macchina è anche una grande alleata dell'inerzia.

Viceversa, percorrere a piedi il tragitto da casa alla fermata del tram, affrettare il passo verso la pensilina dell'autobus o scendere dalla metropolitana alla stazione precedente a quella più vicina all'ufficio sono tre semplici stratagemmi anti-sedentarietà che, sul lungo periodo, aiutano anche a dimagrire, come prova una ricerca recentemente apparsa sul British Medical Journal.

6. Il giardinaggio come hobby

Mano di persona che interra una pianta fiorita e fa movimento fisico
Curare l'orto o il giardino consente
di tenere il corpo in movimento.

Cimentarsi regolarmente con sementi e piantine significa impegnarsi in esercizi a bassa e moderata intensità che hanno anche il merito di promuovere uno stato di rilassamento e perfino di rallentare il declino cognitivo legato all'età.

Chi dispone di un fazzoletto di terra tutta per sé avrà la fortuna di potersi sbizzarrire nel creare aiuole fiorite o addirittura un orto per coltivare frutta e verdura, ma è sufficiente un terrazzo per intraprendere quelle pur semplici attività (invasare, innaffiare, potare ecc.) che incrementano il tempo normalmente dedicato al movimento, oltre a rappresentare un piacevole svago.

7. Le scale invece dell'ascensore


Spesso persino chi frequenta una palestra approfitta poi paradossalmente dell'ascensore o delle scale mobili per evitare anche solo pochi gradini.

Se però ci si decide a cambiare verso e si opta per salire e scendere le rampe a piedi ogni volta che sia possibile, il tornaconto in termine di salute cardiovascolare e tonificazione muscolare compenserà abbondantemente la fatica. E dopo qualche settimana il gesto di imboccare le scale diventerà automatico.
PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO
L'elisir di lunga vita e ottima salute: muoversi
Quanto camminare al giorno per mantenersi in forma
L'attività fisica è efficace anche come cura per l'osteoporosi
PER SAPERNE ANCORA DI PIÙ
La Palestra in Casa - In Forma Senza SpendereScott Tudge
Il Castello
Camminare per Tenersi in FormaNina Barough
Tecniche Nuove Edizioni
I PRODOTTI E I RIMEDI NATURALI UTILI
Un Altro Giro di Giostra - Audiolibro 2 CDTiziano Terzani
Salani Editore
Orto Città
Per coltivare piante da orto e meravigliosi fiori
Eugea

RICEVI GIÀ LA NEWSLETTER SETTIMANALE
GRATUITA DEL DR. AVOLEDO?
La newsletter di Luca Avoledo
I TUOI COMMENTI
Commenta con Facebook
Commenta con Google+