luca avoledo
GLI ULTIMI ARTICOLI

29 gennaio 2016

Uncaria: immunostimolante e antinfiammatoria. Proprietà, dosaggio, controindicazioni

Corteccia di uncaria per difendersi da malattie infettive e infiammatorie
E' una pianta amazzonica apprezzata in fitoterapia per la sua efficacia immunostimolante e antinfiammmatoria. Scopriamo proprietà, dosaggio e controindicazioni di Uncaria tomentosa.

Nativa della foresta pluviale dell'America centro-meridionale, l'uncaria (Uncaria tomentosa) è una liana anche nota con il nome popolare di “unghia di gatto”, appellativo ispirato ai caratteristici uncini che si sviluppano lungo il fusto di questa pianta in corrispondenza dell'inserzione delle foglie.

L'uncaria è un rimedio naturale tipico della tradizione popolare amazzonica, impiegato sotto forma di decotto di radice, polvere di corteccia o infuso di foglie per contrastare disturbi quali infezioni, dolori muscoloscheletrici, gastrite e altre malattie dell'apparato digerente.

L'uncaria in fitoterapia


Uncaria, fitoterapico immunostimolante
La moderna fitoterapia conferma
i benefici dell'uncaria.
Con riferimento alle scoperte empiriche dell'etnomedicina, Uncaria tomentosa è stata poi oggetto di studi scientifici che ne hanno messo in luce le proprietà immunostimolanti, antinfiammatorie e antiossidanti.

Le ricerche hanno inoltre rilevato che esistono due chemiotipi o varietà chimiche di questa pianta, distinti in funzione del contenuto di specifici principi attivi: le maggiori qualità benefiche dell'uncaria si esprimono nel chemiotipo che presenta soprattutto alcaloidi ossindolici pentaciclici e glucosidi derivati dell'acido quinovico.

Come agisce l'uncaria e quando prenderla


L'uncaria è un fitoterapico che aiuta a rinforzare il sistema immunitario e a proteggere da patologie soprattutto di tipo infettivo e a componente flogistica, specie se aventi la tendenza a manifestare ricadute o a cronicizzare.

I principi attivi di Uncaria tomentosa promuovono il processo della fagocitosi, mediante il quale i globuli bianchi inglobano e neutralizzano virus e batteri, e inibiscono mediatori chimici dell'infiammazione come la prostaglandina PGE2 e il TNF-alfa (fattore di necrosi tumorale alfa).

Uncaria tomentosa Anastore

Molteplici sono quindi le circostanze in cui può essere opportuno assumere l'unghia di gatto, considerate le sue azioni.


Previene e cura le malattie da raffreddamento

Uncaria tomentosa potenzia le difese naturali dell'organismo con un'azione elettiva sul tratto respiratorio. L'efficacia di questo fitoterapico riguarda sia la profilassi che il trattamento di patologie delle vie aeree quali faringiti, tonsilliti, laringiti, bronchiti e altre affezioni respiratorie.

Insieme a erbe dall'azione simile, come l'astragalo (Astragalus membranaceus), Uncaria tomentosa può essere proficuamente impiegata in prevenzione dai soggetti che si ammalano di frequente, specie nel periodo invernale.


Protegge dalle infezioni dell'apparato genitourinario

Anche chi soffre di cistiti o prostatiti può trarre beneficio dall'assunzione di uncaria e dalla sua azione contemporaneamente immunomodulante e antinfiammatoria. Inoltre il sostegno alle difese immunitarie offerto da questo fitoterapico riduce anche in questo caso il rischio di recidive, comuni in certe infezioni delle vie urinarie.

Mano senza dolori artritici grazie all'uncaria
L'uncaria può dare sollievo
in caso di artrite e artrosi.

Allevia i sintomi dell'artrite

In alcuni studi l'uncaria ha mostrato di ridurre il dolore e la rigidità dovuti all'osteoartrite, mentre da un lavoro apparso sul Journal of Rheumatology e condotto su un gruppo di persone con artrite reumatoide è emerso che l'assunzione di estratti titolati e standardizzati di Uncaria tomentosa rinforza l'azione dei farmaci e porta a benefici in termini di attenuazione del gonfiore e dei dolori articolari.


Può essere utile in ambito oncologico

Studi preliminari attribuiscono all'uncaria anche attività antimutagena e anticancro, che, associate alle più note qualità immunostimolanti, antiossidanti e antinfiammatorie di questa pianta, incoraggia ad approfondire il razionale del suo impiego in campo oncologico.

Si tratta di scoperte per ora confinate a studi in vitro e che necessitano di conferme, ma che sembrano segnalare un ruolo antiproliferativo e citotossico di Uncaria tomentosa nei confronti di alcuni tipi di tumore, come il cancro alla tiroide, certi tumori cerebrali e del sistema nervoso e il cancro al seno. L'uncaria si profilerebbe inoltre come un rimedio naturale promettente per mitigare alcuni effetti collaterali della chemioterapia.

Uncaria tomentosa: formulazioni migliori e posologia


Oltre a esistere in due chemiotipi con diverse proprietà, l'uncaria è un fitoterapico che presenta in natura una considerevole variabilità nella concentrazione dei principi attivi. Per queste ragioni è opportuno optare per capsule o compresse di estratto secco di uncaria titolato e standardizzato in alcaloidi ossindolici pentaciclici almeno al 3%, da prendere un paio di volte al giorno.

Il dosaggio quotidiano dell'uncaria è di norma compreso tra 100 e 500 milligrammi.

Controindicazioni, effetti collaterali e interazioni farmacologiche dell'uncaria


Uncaria tomentosa è una pianta ben tollerata e priva di tossicità. Le controindicazioni dell'uncaria riguardano principalmente chi è in cura con immunosoppressori. A causa di possibili interazioni farmacologiche va osservata qualche cautela anche se si prendono medicinali metabolizzati dal citocromo P450, perché in vitro l'uncaria ha mostrato di inibire l'enzima CYP3A4, quello più implicato nella degradazione dei farmaci.

Gli effetti collaterali dell'uncaria sono rari e si limitano a lievi disturbi gastrointestinali.
PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO
Come aumentare le difese immunitarie
Rinforza il sistema immunitario con lo shiitake
L'echinacea stimola le difese immunitarie e previene il raffreddore
L'immunostimolante naturale che protegge anche il fegato
Lapacho contro le infezioni
Come l'uncaria anche l'arnica è utile contro l'artrite
PER SAPERNE ANCORA DI PIÙ
Atlante di Fitoterapia A. Caccia, F. Napolitani, F. Scarlato
Carabba
Fitoterapia dalla A alla ZBruno Brigo
Tecniche Nuove Edizioni
I PRODOTTI E I RIMEDI NATURALI UTILI
Uncaria - Compresse
Integratore per il sistema immunitario
Arcangea
Uncaria Ribes Nigrum - Sciroppo
Uncaria più altre erbe immunostimolanti
Medical B.I.

RICEVI GIÀ LA NEWSLETTER SETTIMANALE
GRATUITA DEL DR. AVOLEDO?
La newsletter di Luca Avoledo
I TUOI COMMENTI
Commenta con Facebook
Commenta con Google+