luca avoledo
GLI ULTIMI ARTICOLI

15 luglio 2016

Il magnesio fa bene al cuore

Cuore in salute grazie al magnesio
Il magnesio fa bene al cuore. Il contributo di questo minerale alla salute cardiovascolare si esprime con un'azione polivalente che riduce la pressione arteriosa e protegge da infarto e ictus.

Il magnesio è uno dei minerali più importanti per la funzionalità del cuore: regola la contrattilità del muscolo cardiaco, promuove il rilascio di ossigeno al suo interno, rilassa le arterie coronariche.

Come la salute cardiovascolare migliora grazie al magnesio


Tra le tante ricerche che attestano il ruolo cardioprotettivo del magnesio una metanalisi apparsa sull'American Journal of Clinical Nutrition dimostra che alte concentrazioni di questo minerale nel sangue si associano a una riduzione del rischio cardiovascolare e che apporto di 250 milligrammi giornalieri di magnesio attraverso la dieta aiuta a difendere da malattie coronariche causate da un insufficiente afflusso di sangue al cuore.

L'azione del magnesio sull'apparato cardiovascolare si esprime a diversi livelli.


Regolarizza la pressione sanguigna

Il magnesio riduce la pressione arteriosa
Con più magnesio
i valori pressori diminuiscono.
Il magnesio esplica un'azione protettiva dell'endotelio, la superficie che riveste internamente i vasi sanguigni, preservando l'elasticità delle arterie e contribuendo a mantenere entro i giusti limiti la pressione sanguigna. I valori della pressione arteriosa, in particolare di quella sistolica (la "massima"), tendono infatti ad aumentare quando il lume delle arterie si restringe e i vasi perdono flessibilità.

Bassi livelli di magnesio sono correlati a un innalzamento del rischio di ipertensione persino nei bambini.

L'effetto riequilibratore del magnesio sulla pressione si rileva sia in persone con valori pressori leggermente alterati e non patologici, sia nei soggetti già in trattamento con medicinali antipertensivi: una supplementazione di questo minerale aiuta tanto a prevenire l'ipertensione severa, ritardando o addirittura evitando il ricorso alla terapia farmacologica, quanto a potenziare l'effetto dei farmaci in uso.


Riduce il rischio di ictus e infarto

Per meccanismi non ancora del tutto chiariti ma verosimilmente connessi anche alla sua azione antipertensiva, il magnesio concorre a difendere da infarto e ictus. Per ciò che riguarda in particolare l'ictus, è stato documentato che ogni 10 grammi di magnesio introdotti con la dieta le probabilità di subire questo incidente cerebrovascolare diminuiscono dell'8%.

Magnesio marino

L'efficacia protettiva del magnesio nei confronti delle due più diffuse patologie cardiovascolari si deve con buona probabilità anche alla sua azione sedativa del sistema nervoso centrale e alla capacità di bilanciare i livelli di calcio, minerale complementare al magnesio, che se in eccesso può aumentare il rischio di infarto e di altre malattie cardiache.


Calma le palpitazioni

Carenze di magnesio possono essere all'origine del cardiopalmo, ovvero all'accelerazione del battito del cuore (tachicardia) o a alla sua contrazione prematura (extrasistole).

Un'integrazione di magnesio aiuta a contrastare tachicardia e palpitazioni: da un lato questo minerale interviene regolando la contrazione del muscolo cardiaco, dall'altro tende a placare ansia e stress, che in tanti casi vengono somatizzati anche attraverso l'aumento della frequenza cardiaca.


Contribuisce a normalizzare i valori del colesterolo

Frutta in guscio ricca di magnesio
Il magnesio e i cibi che ne sono ricchi
sono utili anche contro il colesterolo.
Incrementare l'apporto di magnesio consente anche di meglio riequilibrare i livelli del colesterolo, che può accumularsi in placche nelle arterie e facilitare l'insorgere di aterosclerosi, infarto o ictus.

Alcuni studi hanno documentato che deficit di magnesio sono implicati in alterazioni del profilo lipidico. L'introito di questo minerale offre un supporto per ridurre il colesterolo totale e innalzare il colesterolo “buono” HDL, deputato a ripulire i vasi sanguigni dai depositi che possono ostruirli e rendere più probabili le patologie cardiovascolari.

Chi valuta di affiancare alla dieta l'uso di integratori alimentari di magnesio dovrebbe prediligere le formulazioni in cui questo minerale è più biodisponibile, secondo quanto riportato nell'articolo dedicato alle proprietà di questo micronutriente.
PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO
Oltre al magnesio anche il coenzima Q10 protegge il cuore
Tre rimedi naturali che abbassano la pressione sanguigna
La strategia naturale per prevenire l'ictus
Il magnesio contrasta persino i disturbi della menopausa
PER SAPERNE ANCORA DI PIÙ
Magnesio - Libro
Lorenzo Acerra
Macro Edizioni

Come Prevenire e Guarire le Malattie Cardiache con l'Alimentazione Caldwell B. Esselstyn
Macro Edizioni

MagnesioBruno Brigo
Tecniche Nuove Edizioni
I PRODOTTI E I RIMEDI NATURALI UTILI
Maglife
Magnesio altamente biodisponibile
Natural Point

RICEVI GIÀ LA NEWSLETTER SETTIMANALE
GRATUITA DEL DR. AVOLEDO?
La newsletter di Luca Avoledo
I TUOI COMMENTI
Commenta con Facebook
Commenta con Google+