luca avoledo
GLI ULTIMI ARTICOLI

16 settembre 2017

Dieta anticancro: i cibi che prevengono i tumori

Pomodori contro i tumori
Accanto a buone abitudini da seguire con costanza, la dieta anticancro comprende cibi che prevengono i tumori in virtù del loro contenuto di sostanze particolarmente benefiche.

L'Associazione Italiana di Oncologia Medica segnala che il 40% dei tumori potrebbe essere evitato se applicassimo corretti comportamenti alimentari, adottassimo uno stile di vita adeguato e potessimo contare su un migliore controllo di inquinanti ambientali e altri oncogeni.

Oggi è peraltro riconosciuto che la prima e più accessibile risorsa anticancro è una dieta ben condotta, basata sulla vera varietà e sull'inclusione di tutte le categorie di nutrienti (comprese le proteine nobili e i giusti grassi), nella quali abbondino verdura e frutta, con il loro carico di vitamine, minerali e fibre, si prediligano i cereali integrali e siano drasticamente ridotti zucchero, dolci, alcol e prodotti industriali con eccessi di lavorazione.

Nel quadro di un'alimentazione adeguatamente impostata, un ulteriore fattore protettivo contro il cancro è costituito dal ricorso a specifici alimenti ricchi di sostanze chemiopreventive.

Nell'impostare una dieta anticancro, i cibi che prevengono i tumori andrebbero previsti e consumati con una certa regolarità.

Broccoli e altre crucifere


I benefici legati al consumo dei broccoli sono così incisivi da far meritare a questi ortaggi e ad altre crucifere (o brassicacee), come cavoli, cavolini di Bruxelles, cavolfiori e simili, la definizione di "alimenti funzionali", ovvero capaci di agevolare i processi fisiologici e ostacolare l'insorgenza di patologie.

All'interno dei numerosi pregi salutistici dei broccoli, le loro acclarate proprietà antitumorali occupano un posto di primo piano. Grazie all'azione sinergica di composti solforati (più specificamente sulforafano e indolo-3-carbinolo) e di vitamine e minerali antiossidanti, broccoli e altre brassicacee hanno mostrato effetti protettivi nei confronti di diverse forme neoplastiche, tra cui il cancro alla mammella, il carcinoma del colon retto, il tumore prostatico e quello del polmone.

Mirtilli


Mirtilli antitumorali
I mirtilli contengono fitonutrienti
per la prevenzione del cancro.
Anche i mirtilli sono un autentico cibo-medicina che non può mancare nella dieta anticancro. Polpa e buccia di queste bacche sono particolarmente ricche di antocianine, pigmenti con qualità antiossidanti e antinfiammatorie.

Disponiamo di precise ricerche scientifiche che documentano la capacità dei mirtilli di prevenire la carcinogenesi, verosimilmente attraverso meccanismi che riguardano un'azione di contrasto alla produzione di molecole proinfiammatorie, la difesa del DNA dai danni dello stress ossidativo e l'inibizione dello sviluppo incontrollato di cellule tumorali.

Melanzane


Una delle principali molecole responsabili delle proprietà anticancro della melanzane è la nasunina, un flavonoide appartenente al gruppo delle antocianine, a cui l'ortaggio deve la sua colorazione viola scuro.

WFRUITS Melagrana, Açaì, Mangostano

Oltre ad avere effetti antiossidanti, la nasunina tende a ostacolare l'angiogenesi, ovvero la formazione di nuovi vasi sanguigni, un fenomeno coinvolto nell'insorgenza delle neoplasie e nella proliferazione delle cellule cancerose.

Tè verde


I polifenoli delle foglie di del tè verde e in particolare una catechina denominata epigallocatechingallato, hanno accertati effetti antiossidanti, detossificanti e antimutageni, che concorrono ad abbassare il rischio di ammalarsi di cancro.

La ricerca sta approfondendo l'efficacia dei principi attivi racchiusi nel tè verde nell'ambito di protocolli legati alla prevenzione e al trattamento del cancro al seno, a complemento delle cure tradizionali. Secondo i risultati di altri studi, un regolare consumo di tè verde (3 tazze al giorno) può svolgere un ruolo nella prevenzione del tumore alla prostata e dell'epatocarcinoma.

Aglio e cipolla


Bulbi di aglio e cipolla contro il cancro
Aromi buoni e sani
anche per prevenire il cancro
Aglio, cipolla e, in misura minore, altri ortaggi della famiglia delle alliacee, come i porri, contengono principi attivi a base di zolfo, anch'essi utili per ridurre le probabilità di sviluppare diversi tipi di cancro.

I composti presenti nell'aglio e nella cipolla sembrano particolarmente efficaci per difendersi da certe neoplasie del tratto gastrointestinale.

Melagrana


Le proprietà benefiche della melagrana sono attribuibili a sostanze come l'acido ellagico e l'acido punicico, concentrato nell'olio che si ricava dai semi di questo frutto, che trova largo impiego soprattutto a scopo cosmetico.

Questi e altri principi attivi del frutto del melograno hanno espresso la capacità di contrastare la replicazione delle cellule cancerose in diversi lavori preliminari, relativamente al cancro della pelle, del seno, della prostata, del colon e del polmone.

Curcuma


Spezia profumata e sanissima, la curcuma è stata e continua ad essere oggetto della ricerca per merito delle proprietà attribuite ai suoi principi attivi principali: curcumina e curcuminoidi. Queste sostanze combattono l'infiammazione, che è alla base di molti processi patologici, tra cui anche il cancro, aiutano a salvaguardare il patrimonio genetico dai danni cellulari che possono favorire i tumori e sembrano stimolare la morte programmata (apoptosi) delle cellule maligne.

E' oggi noto che il potenziale benefico della curcuma rischia di ridimensionarsi anche considerevolmente a causa in primo luogo della scarsa biodisponibilità della curcumina.

Poiché le qualità di questa spezia sono comunque notevoli e le evidenze scientifiche sul rapporto tra curcuma e cancro non mancano, io suggerisco comunque di portare abitualmente questa spezia in tavola, adottando quegli accorgimenti che facilitano l'assorbimento dei suoi principi attivi.

Pomodori


Nella dieta anticancro trovano posto anche i pomodori. Questi ortaggi rappresentano una pregiata fonte alimentare di licopene, carotenoide che ha evidenziato interessanti proprietà soprattutto per ciò che concerne la riduzione del rischio di carcinoma prostatico.

La biodisponibilità del licopene migliora con la cottura dei pomodori e la contemporanea assunzione di alimenti grassi: la semplice aggiunta di un filo d'olio extravergine di oliva alle preparazioni gastronomiche facilita l'assorbimento di questa preziosa sostanza anticancro.
PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO
Anche la frutta in guscio è benefica contro i tumori
Come allontanare il rischio di cancro con l'esercizio fisico
Cosa altro puoi fare ogni giorno per la prevenzione del cancro
PER SAPERNE ANCORA DI PIÙ
La Dieta Anti-CancroDenis Gingras, Richard Beliveau
Sperling & Kupfer
Prevenire i Tumori Mangiando con Gusto - LibroAnna Villarini, Giovanni Allegro
Pickwick
I PRODOTTI E I RIMEDI NATURALI UTILI
Mirtilli Secchi Neri Bio
Da agricoltura biologica
Fructivia
Crema di Melanzane
Crema vegetale spalmabile biologica
La Madre Terra
Bancha - Tè Verde
Tè giapponese sfuso
Destination Premium

RICEVI GIÀ LA NEWSLETTER SETTIMANALE
GRATUITA DEL DR. AVOLEDO?
La newsletter di Luca Avoledo
I TUOI COMMENTI
Commenta con Facebook
Commenta con Google+