luca avoledo
GLI ULTIMI ARTICOLI

8 dicembre 2017

La vitamina D aiuta a prevenire l'artrite reumatoide

L'artrite reumatoide colpisce soprattutto le mani
La vitamina D aiuta a prevenire l'artrite reumatoide perché modula la risposta immunitaria e riduce l'eccesso di infiammazione coinvolto nella patogenesi della malattia.

Il rapporto tra vitamina D e salute è da anni al centro di ricerche scientifiche. Continuano ad accumularsi le evidenze sulle molteplici proprietà di questo micronutriente, a lungo considerato strategico solo per la fissazione del calcio nelle ossa e quindi per il suo contributo alla prevenzione di rachitismo, osteomalacia e osteoporosi.

Oggi sappiamo che la vitamina D è essenziale anche per sostenere la funzionalità cerebrale, proteggere cuore e arterie, rinforzare il sistema immunitario e persino aumentare l'aspettativa di vita.

Uno studio apparso sul Journal of Autoimmunity conferma in particolare gli effetti immunomodulanti, ossia la capacità della vitamina D di normalizzare l'iperreattività immunologica che può portare allo sviluppo di malattie autoimmuni, come l'artrite reumatoide.

L'appuntamento in studio con il dottor Avoledo per il benessere del sistema immunitario

Si tratta di un disturbo in cui i fisiologici sistemi di attacco preposti a neutralizzare virus, batteri e altri agenti patogeni aggrediscono invece l'organismo stesso, provocando rigidità, dolori articolari, gonfiori e, alla lunga, deformazione delle giunture colpite.

Le scoperte sul ruolo della vitamina D nell'artrite reumatoide


Precedenti ricerche avevano già documentato che carenze di vitamina D si associano a un maggiore rischio di sviluppare l'artrite reumatoide e che più bassi sono i livelli sierici di questo micronutriente, peggiore è il decorso della malattia.

Il lavoro appena pubblicato dimostra che mantenere adeguate concentrazioni di vitamina D riduce l'infiammazione e aiuta a prevenire l'artrite reumatoide.

IL PRODOTTO CHE HO SELEZIONATO PER VOI
D1000 - Integratore Alimentare a base di Vitamina D
Una vitamina fondamentale per il benessere psicofisico
Natural Point


Una seconda sottolineatura cruciale riguarda l'impiego di supplementazioni di vitamina D per meglio controllare i sintomi e la prognosi dell'artrite reumatoide. Poiché la malattia diminuisce la sensibilità delle cellule all'azione di questo micronutriente, ci sono elementi per orientare al rialzo i dosaggi ad oggi impiegati per il trattamento dell'artrite reumatoide.

La vitamina D è benefica nella prevenzione dell'artrite reumatoide e costituisce uno dei rimedi utili anche nella gestione di questa patologia.

Verificare i valori di vitamina D tramite un esame del sangue, specie se si rientra in una delle categorie più esposte al rischio di ipovitaminosi D, e intervenire con appositi integratori per compensare eventuali deficit è quindi una semplice misura in grado di supportare la normale risposta immunitaria.


Si tratta di un modo non solo di proteggersi dall'artrite reumatoide e temperare la predisposizione genetica a questa patologia, ma anche di ridurre il rischio di incorrere in altri disturbi autoimmuni, come tiroidite di Hashimoto, sclerosi multipla, psoriasi, malattie infiammatorie intestinali e sindrome di Sjögren.

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO
Come Liberarsi dell'Artrite Earl Mindell
In maniera naturale con dieta, integratori, rimedi erboristici e semplici esercizi per attenuare il dolore artritico
Macro Edizioni
PER SAPERNE ANCORA DI PIÙ

I VOSTRI COMMENTI