luca avoledo
GLI ULTIMI ARTICOLI

17 novembre 2017

Zinco formidabile nel raffreddore

Bambina raffreddata
Che si tratti del classico malanno contratto nella stagione fredda o di un'infreddatura fuori stagione facilitata da sbalzi termici, lo zinco è un rimedio naturale formidabile per il raffreddore.

Lo zinco è un minerale fondamentale per la salute del sistema immunitario. La sua integrazione viene spesso consigliata in ambito non convenzionale per rinforzare le difese naturali dell'organismo e ridurre il rischio di infezioni.

Negli ultimi anni anche la medicina ufficiale ha riconosciuto l'utilità delle supplementazioni di questo micronutriente, in particolare per quanto riguarda la sua capacità di contrastare la più comune affezione delle vie aeree: il raffreddore.

Gli studi scientifici sull'impiego dello zinco nel raffreddore


Risale al 2011 una metanalisi dell'Università di Helsinki pubblicata su Open Respiratory Medicine Journal che, esaminando le risultanze di tutte le ricerche precedentemente svolte su questo argomento, ha documentato che con quotidiane assunzioni di integratori di zinco pari a 75 milligrammi o più si ha una riduzione della durata del raffreddore del 42 per cento. Per dosaggi inferiori, lo zinco invece non si è dimostrato efficace nei confronti di tale disturbo.

Una supplementazione di zinco rientra tra le soluzioni naturali preferibili per velocizzare la guarigione del raffreddore.

Più recentemente, un'altra review ha validato ulteriormente le acquisizioni precedenti sul ruolo dello zinco nella cura del raffreddore comune.

L'importanza del giusto dosaggio di zinco


Un punto da tenere in considerazione riguarda la giusta posologia dello zinco per trattare il raffreddore, che dovrebbe attestarsi sui 75-80 milligrammi di minerale quotidiani per qualche giorno (quanto, appunto, il tempo di un raffreddore).

Lievito di selenio e Vitamina C - Una sinergia in difesa dell'organismo

L'inefficacia dei rimedi naturali sottolineata da tanti detrattori delle cure non farmacologiche è spesso infatti unicamente dovuta a quantità insufficienti o inappropriate dei principi attivi utilizzati. Proprio a fare chiarezza sull'argomento e a orientare verso prodotti realmente validi è dedicato l'articolo sui dosaggi efficaci degli integratori di vitamine e minerali più diffusi.

Non sono stati evidenziati effetti collaterali o indesiderati dello zinco somministrato per periodi limitati a pochi giorni, anche per dosaggi superiori a 90 milligrammi al giorno, se si eccettua il gusto cattivo.

Nel trattamento del raffreddore, gli integratori alimentari di zinco rientrano quindi tra i presidi naturali più utili e sicuri, da impiegare anche in sinergia ad altre soluzioni adatte in queste circostanze, come la vitamina C, o a specifici rimedi provenienti dal mondo della fitoterapia, tra cui innanzitutto l'echinacea.
PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO
Raffreddore frequente: se la colpa è delle intolleranze alimentari
Le proprietà della propoli
Rimedi naturali per il mal di gola
Mal di gola e cure naturali: il tea tree oil funziona
Tosse secca: prova la malva
Cure naturali per l'influenza
Piano d'attacco contro l'influenza: questi i rimedi giusti
PER SAPERNE ANCORA DI PIÙ
Un Inverno Senza InfluenzaChristopher Vasey
Età dell'Acquario Edizioni
Vitamine e MineraliBruno Brigo
Tecniche Nuove Edizioni
I PRODOTTI E I RIMEDI NATURALI UTILI
Integratore di Zinco - 50 capsule
Zinco in capsule
Natural Point

RICEVI GIÀ LA NEWSLETTER SETTIMANALE
GRATUITA DEL DR. AVOLEDO?
La newsletter di Luca Avoledo
I TUOI COMMENTI
Commenta con Facebook
Commenta con Google+