luca avoledo
GLI ULTIMI ARTICOLI

11 febbraio 2014

Magnesio per i disturbi della menopausa

Donna in menopausa sorridente
La fine dell'età fertile può comportare vampate, depressione, ansia, insonnia, osteoporosi. Il magnesio allevia i disturbi della menopausa e sostiene la donna in questa fase delicata.

Una fase fisiologica nell'esistenza della donna e non una malattia: ci piace ribadire che la menopausa, così come la gravidanza o l'invecchiamento, non dovrebbe essere interpretata alla luce della logica, oggi prevalente, che tende a medicalizzare pressoché ogni aspetto della vita.

Ciò non toglie che i cambiamenti a cui va incontro il corpo femminile quando comincia a diminuire la produzione di estrogeni e poi cessa definitivamente l'attività ovarica possano tradursi in una serie di fastidi, che vanno dalle problematiche dell'umore ai disturbi del sonno, dalla secchezza vaginale ai cali di memoria, con i quali in alcuni casi non è facile convivere.

Ben vengano, quindi, tutte quelle soluzioni dolci per mitigare i sintomi della menopausa e aiutare la donna ad affrontare con serenità e maggior benessere questo periodo di transizione.

Uno dei rimedi naturali più utili in menopausa è il magnesio. Questo minerale è essenziale per il buon funzionamento del sistema nervoso e può quindi contribuire a risollevare il tono dell'umore, placare ansia e nervosismo, combattere la stanchezza fisica e mentale e persino contrastare efficacemente l'insonnia.

Magnesio marino

Tra gli effetti del magnesio c'è anche il suo importante contributo alla fissazione del calcio nelle ossa, che in menopausa rischiano di diventare più fragili, venendo meno l'azione protettiva degli ormoni sessuali femminili. L'assunzione del magnesio può quindi concorrere a prevenire l'osteoporosi, così come a trattarla e a evitare le fratture: la somministrazione di un integratore di magnesio, al dosaggio giornaliero di 1.830 milligrammi, riduce la perdita di tessuto osseo già dopo 30 giorni.

Purtroppo, se i supplementi di calcio sono fin troppo generosamente prescritti a molte donne sopra i 40 anni di età, il magnesio non è in genere contemplato dai medici con altrettanta scrupolosa attenzione. Invece, soprattutto se si assume del calcio, è opportuno ricorrere a una contemporanea integrazione di magnesio, perché l'apporto dei due minerali deve bilanciarsi.

Si è inoltre visto che il magnesio può servire anche per combattere le vampate di calore o caldane, che costituiscono uno dei disturbi più frequenti e difficilmente tollerati in menopausa.

Possiamo quindi distinguere almeno tre benefici del magnesio per la donna in menopausa: un aiuto per la sfera neurovegetativa, un sostegno naturale alla salute delle ossa e un valido argine a sudorazioni notturne e vampate. Il tutto senza controindicazioni, interazioni farmacologiche o effetti collaterali di rilievo.

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO
Fitoterapia in menopausa per vampate, osteoporosi e gli altri disturbi
Ritardare la menopausa smettendo di fumare
Zinco rame oligoelemento utile anche in menopausa
Troppo calcio per l'osteoporosi raddoppia il rischio d'infarto
Le situazioni a rischio di carenza di magnesio
Gli alimenti più ricchi di magnesio
Il magnesio nella prevenzione dell'ictus
Anche il cuore ha bisogno di magnesio

PER SAPERNE ANCORA DI PIÙ
Menopausa e Rimedi NaturaliSilvia Rollone
Età dell'Acquario Edizioni
Menopausa...Meno PauraEnrica Campanini
Tecniche Nuove Edizioni

I PRODOTTI E I RIMEDI NATURALI UTILI
Maglife
Natural Point

RICEVI GIÀ LA NEWSLETTER SETTIMANALE
GRATUITA DEL DR. AVOLEDO?
La newsletter di Luca Avoledo
I TUOI COMMENTI
Commenta con Facebook
Commenta con Google+