luca avoledo
GLI ULTIMI ARTICOLI

25 febbraio 2014

3 metodi per abbassare naturalmente la pressione

Fiore di ibisco o karkadè, pianta utile per la pressione alta
Monitorare i valori pressori è importante per la salute del cuore. Questi tre metodi per abbassare naturalmente la pressione aiutano chi tende all'ipertensione. Per di più in modo piacevole.

Mantenere valori ideali della pressione sanguigna (120 mmHg per la "massima" o pressione sistolica e 80 mmHg per la "minima" o pressione diastolica) significa tenere sotto controllo uno dei principali fattori di rischio cardiovascolare, riducendo in primo luogo le probabilità di infarto e ictus.

Alimentazione e stile di vita possono influire significativamente sulla pressione e su altri parametri cardiovascolari e metabolici. Basti pensare che ipertensione, colesterolo diabete si contrastano anche con una passeggiata giornaliera di un'ora, mentre ridurre il consumo di cibi ricchi di sale (facendo spazio parallelamente alle fonti alimentari di potassio) resta uno degli strumenti chiave per scongiurare la pressione alta.

Consigliamo innanzitutto di prendere visione di questo programma in sette mosse per abbassare naturalmente la pressione: ci sono spunti utili sia per chi desidera proteggere il proprio apparato cardiovascolare, sia per chi è già in trattamento con farmaci antipertensivi ed è interessato ad approcci dolci grazie ai quali, nel tempo e sotto controllo medico, potrebbero anche essere riconsiderati i dosaggi o rivista la cura.

N.O. RED BEET - Il monossido di azoto (ossido nitrico) previene naturalmente i disturbi cardiovascolari

Esistono però almeno altre tre indicazioni naturali per migliorare i valori pressori, che completano e rendono ancora più efficaci i suggerimenti che abbiamo già fornito.

1. Bere abitualmente tè di ibisco (Hibiscus sabdariffa), più noto come karkadè o carcadè. I fiori dell'ibisco (nella foto in alto) contengono polifenoli antiossidanti che hanno dimostrato anche un'azione ipotensiva. Un piccolo studio ha concluso che consumare ogni giorno tre tazze di infuso di ibisco abbassa la pressione nei soggetti preipertesi (con valori di "minima" oscillanti tra 80 e 89 mmHg e valori di "massima" compresi tra 120 e 139 mmHg) o con lieve ipertensione. Precedenti ricerche avevano documentato che i principi attivi dell'ibisco riducono la pressione arteriosa con efficacia paragonabile a quella di alcuni farmaci ACE inibitori e contribuiscono anche a correggere alti livelli di colesterolo nel sangue, proteggendo l'LDL (il colesterolo "cattivo") dall'ossidazione e diminuendo il rischio di aterosclerosi e di altre malattie cardiovascolari.

2. Imparare tecniche di respirazione diaframmatica. Respirare in modo lento e profondo contribuisce a diminuire i livelli di cortisolo, l'ormone dello stress, e contemporaneamente a incrementare il rilascio di ossido nitrico, un gas a effetto vasodilatatore che, ampliando il calibro delle arterie, concorre ad abbassare la pressione. La pratica regolare di discipline in cui gli esercizi di respirazione sono parte integrante dei movimenti e del lavoro con il corpo, come lo yoga, ha una dimostrata azione regolarizzatrice della pressione arteriosa. Gli effetti positivi della respirazione profonda su pressione sistolica, pressione diastolica e battito cardiaco sono evidenti anche nell'immediato: si è visto che è sufficiente respirare per 5 minuti in modo controllato e consapevole per trarne benefici.

3. Ascoltare musica rilassante. Una metanalisi sul legame tra musica, ansia e stress ha provato che l'ascolto della propria musica preferita mitiga agitazione e insonnia e abbassa la pressione sistolica. Ancora più specifico un altro lavoro sugli effetti della musica su soggetti ipertesi, che attesta come 25 minuti al giorno in compagnia della musica riescano in 4 settimane a ridurre di 11.8 mmHg la pressione sistolica e di 4.7 mmHg la pressione diastolica. Precedenti evidenze avevano attribuito a certi generi di musica, quali la ambient e la musica classica (Mozart in particolare), il più significativo potere terapeutico sulla pressione, mentre è meglio evitare, come suggerisce anche il buon senso, heavy metal, hard rock e simili, che potrebbero persino produrre l'effetto contrario.

Calare nel quotidiano questi comportamenti mette già sulla buona strada chi vuole conservare nel tempo giusti valori pressori. Se c'è bisogno di un aiuto più incisivo è poi possibile contemplare alcuni rimedi naturali per la pressione alta, primo fra tutti il biancospino (Crataegus monogyna) di cui abbiamo già descritto le proprietà.

PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO
La cannella abbassa la pressione
Il magnesio è efficace anche per regolarizzare la pressione
Il reishi (Ganoderma lucidum) aiuta nell'ipertensione
La meditazione protegge da infarto e ictus
Frutta secca benefica contro le malattie cardiovascolari

PER SAPERNE ANCORA DI PIÙ
The Sinatra Solution - Rinforza il tuo Cuore e Ringiovanisci con la Cardiologia Metabolica - LibroStephen T. Sinatra
Macro Edizioni
Le Tecniche di Respirazione YogaMaurizio Morelli
Red Edizioni

I PRODOTTI E I RIMEDI NATURALI UTILI
Karkadè - Infuso Rocca Dei Fiori
The Mozart Effect V - Relax and UnwindDon Campbell

RICEVI GIÀ LA NEWSLETTER SETTIMANALE
GRATUITA DEL DR. AVOLEDO?
La newsletter di Luca Avoledo
I TUOI COMMENTI
Commenta con Facebook
Commenta con Google+