luca avoledo
GLI ULTIMI ARTICOLI

14 gennaio 2020

Vitamina C, antiossidante naturale con tante proprietà benefiche

A cosa serve la vitamina C
La vitamina C è un antiossidante naturale con proprietà benefiche che aiutano a difendersi da tante malattie. Ecco quel che c'è da sapere sul rapporto tra acido ascorbico e salute.

La vitamina C o acido ascorbico è una vitamina idrosolubile nota soprattutto per le sue proprietà antiossidanti e per la potente azione di sostegno al sistema immunitario.


Apprezzato come rimedio naturale per la prevenzione delle malattie invernali, l'acido ascorbico ha in realtà nel corpo funzioni ben più ampie e complesse, che interessano diversi organi e apparati. Sotto forma di integratore alimentare, la vitamina C è una sostanza utile in molte condizioni di salute.


Benefici e proprietà della vitamina C



1. Previene e cura l'influenza e altre infezioni

L'assunzione di acido ascorbico rinforza le difese immunitarie e protegge dalle malattie delle vie aeree. Ai giusti dosaggi, la vitamina C concorre così non solo a prevenire raffreddore, mal di gola, bronchite e influenza, ma persino a evitare malattie respiratorie più serie, come la polmonite. Quando già contratti, l'acido ascorbico è in grado di ridurre severità e durata dei sintomi dei mali di stagione.


Gli effetti immunostimolanti, antivirali e antibatterici della vitamina C contribuiscono inoltre a proteggere dalle infezioni in genere, tra cui cistiti, epatite virale, gastriti e ulcere provocate da Helicobacter pylori.


2. Aiuta a difendersi dal cancro

Poiché agisce da antiossidante e contemporaneamente rinforza la risposta immunitaria, la vitamina C risulta utile nella prevenzione del cancro.


A Buonasera Dottore su TV2000 il dottor Luca Avoledo, biologo nutrizionista esperto in naturopatia, parla degli alimenti che aiutano a proteggersi dal cancro.

Una dieta ricca di vitamina C si associa a un rischio inferiore di tumore alla prostata e di cancro all'esofago, ma l'azione benefica dell'acido ascorbico è stata documentata anche nei confronti di altre neoplasie, come il cancro al polmone e il melanoma.


3. Contrasta la stanchezza

La vitamina C è un antiastenico naturale, ancor più prezioso quando il sovraffaticamento è indotto da stress cronico. L'acido ascorbico infatti è necessario per il buon funzionamento delle ghiandole surrenali e per la loro produzione di adrenalina, il principale ormone coinvolto nella risposta dell'organismo alle pressioni e alle sollecitazioni stressogene esterne.

IL PRODOTTO CHE HO SELEZIONATO PER VOI
Ascopromin Mg
Ascorbato di magnesio, una forma di vitamina C più stabile, assimilabile e tollerata, a cui si uniscono i benefici del magnesio
Promin


L'assunzione di acido ascorbico è utile per restituire energie anche in caso di debolezza causata o acuita da anemia, dal momento che la vitamina C facilita l'assorbimento del ferro.


4. Mantiene la pelle giovane e in salute

Il contributo dell'acido ascorbico è importante per conservare la compattezza della pelle e rallentare la comparsa delle rughe. La vitamina C partecipa infatti alla sintesi del collagene, la proteina fibrosa che costituisce la struttura portante del tessuto connettivo e che conferisce solidità ed elasticità alla cute.


5. Rinforza le articolazioni

Proprio in quanto cofattore di enzimi nella sintesi del collagene, la vitamina C sostiene il trofismo delle cartilagini e può contrastare e rallentare disturbi infiammatori e degenerativi a carico delle articolazioni, come l'osteoartrite o artrosi.


6. Mitiga i sintomi delle allergie

La vitamina C regola i livelli circolanti di istamina, sostanza proinfiammatoria che, se presente in concentrazioni superiori alla norma, è responsabile della comparsa di sintomi allergici quali rinite, orticaria e altri disturbi.

Soluzioni naturali per le allergie alla Clinica del Cibo del dottor Avoledo

L'utilizzo di integratori di vitamina C è valido sia in prevenzione sia nelle fasi acute delle manifestazioni di iperreattività immunitaria, come le allergie ai pollini.


7. Riduce colesterolo e trigliceridi

Un'altra caratteristica importante della vitamina C è la sua capacità di riequilibrare il profilo lipidico: questo micronutriente abbassa i livelli del colesterolo "cattivo" LDL, innalza il colesterolo "buono" HDL e contemporaneamente riduce i trigliceridi.

Tale azione, insieme alla capacità dell'acido ascorbico di migliorare tenuta ed elasticità dei vasi sanguigni e alla sua azione antiossidante, rende la vitamina C un rimedio naturale protettivo della salute cardiovascolare, come hanno evidenziato anche specifici studi epidemiologici sulla riduzione del rischio di coronaropatie.


Il dosaggio di vitamina C


I livelli di assunzione giornalieri raccomandati (LARN) fissano la quantità di vitamina C da introdurre per star bene in 105 milligrammi al giorno per gli uomini e 85 per le donne, dosaggio che tuttavia molti esperti di nutrizione e micronutrizione giudicano insufficiente.

Per giunta, esistono fasi della vita e circostanze che richiedono al corpo un maggiore fabbisogno di vitamina C, come gravidanza e allattamento, periodi di forte stress o di convalescenza, l'abitudine al fumo. Inoltre, man mano che l'età avanza la capacità di assorbire questo micronutriente diminuisce.

Il primo e fondamentale approvvigionamento di acido ascorbico avviene tramite la dieta: arance, kiwi, fragole, frutti di bosco, peperoni e broccoli sono tra i cibi più ricchi di vitamina C.

Non sempre tuttavia l'apporto di vitamina C attraverso l'alimentazione è quello ottimale. Personalmente consiglio di affiancarle l'utilizzo di integratori di vitamina C come minimo nel periodo che va da ottobre a marzo, per la prevenzione delle malattie invernali, optando per un dosaggio di acido ascorbico di almeno 500 milligrammi al giorno.

Nelle fasi acute di raffreddore e influenza e nelle allergie in atto la posologia di vitamina C viene aumentata fino a 1.000 - 3.000 milligrammi al giorno e, se si seguono i canoni della medicina ortomolecolare di Linus Pauling e suoi epigoni, anche oltre.


Vitamina C: controindicazioni ed effetti collaterali


La vitamina C è un rimedio naturale sicuro e normalmente ben tollerato. Solo a dosaggi molto alti, l'assunzione di acido ascorbico può provocare innanzitutto disturbi intestinali, sebbene in genere di modesta entità, e altre reazioni indesiderate.

Per ciò che riguarda le interazioni farmacologiche della vitamina C, è richiesta qualche attenzione se si è in terapia con farmaci anticoagulanti, in particolare il warfarin (conosciuto con il nome commerciale di Coumadin), di cui l'acido ascorbico potrebbe ridurre l'efficacia.


Articolo di
biologo nutrizionista, dottore magistrale in scienze della nutrizione umana, dottore magistrale in scienze naturali, master universitario in naturopatia.


PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO
Vitamina C per Liberarti da Malattie Infettive e Tossine
Thomas E. Levy
La via naturale della guarigione
Macro Edizioni

FONTI E BIBLIOGRAFIA SCIENTIFICA
  1. Bai XY et al, "Association between dietary vitamin C intake and risk of prostate cancer: a meta-analysis involving 103.658 subjects", J Cancer, 2015 Jul 28;6(9):913-21.
  2. Chambial S et al, "Vitamin C in disease prevention and cure: an overview", Indian J Clin Biochem, 2013 Oct;28(4):314-28.
  3. DePhillipo NN, "Efficacy of vitamin C supplementation on collagen synthesis and oxidative stress after musculoskeletal injuries: a systematic review", Orthop J Sports Med, 2018 Oct 25;6(10):2325967118804544.
  4. Johnston CS, "The antihistamine action of ascorbic acid", Subcell Biochem, 1996;25:189-213.
  5. Knekt P, "Antioxidant vitamins and coronary heart disease risk: a pooled analysis of 9 cohorts", Am J Clin Nutr, 2004 Dec;80(6):1508-20.
  6. Luo J, Shen L & Zheng D, "Association between vitamin C intake and lung cancer: a dose-response meta-analysis", Sci Rep, 2014 Aug 22;4:6161.
  7. Pauling L, "Are recommended daily allowances for vitamin C adequate?", Proc Natl Acad Sci USA, 1974 Nov; 71(11): 4442–6.

LINK SPONSORIZZATI

I VOSTRI COMMENTI