luca avoledo
GLI ULTIMI ARTICOLI

3 giugno 2019

Con i frutti di bosco più salute e bellezza

Varietà di frutti di bosco: mora, lampone, ribes, mirtillo rosso
I frutti di bosco regalano salute e bellezza alla tavola dell'estate. More, mirtilli, lamponi, ribes e fragole sono un concentrato di sostanze benefiche che apportano vantaggi a tanti livelli.

Tutte le sfumature del rosso, dal carminio al violaceo: sotto quest'arco cromatico - indice di specifici benefici nei vegetali - troviamo alcuni tra i frutti più attraenti del periodo estivo. Parliamo di mirtilli, lamponi, ribes, more e fragole.

Il sapore associa note dolci a un retrogusto acidulo, sono naturalmente dissetanti e apprezzati anche per l'aspetto invitante, ma ciò che esalta e completa i tanti lati positivi di questi alimenti sono le ricadute sulla salute e i numerosi pregi nutrizionali delle diverse varietà di frutti di bosco.


L'estate è la stagione dei frutti di bosco: ribes, lamponi, mirtilli & Co. maturano naturalmente da maggio a settembre inoltrato. Oggi tuttavia è facile reperire i frutti di bosco durante tutto l'arco dell'anno, soprattutto al supermercato. Sono commercializzati persino surgelati.

Il mio consiglio è di privilegiare frutti di bosco da agricoltura biologica, dal momento che questi prodotti sono sottoposti tipicamente a ingenti trattamenti fitosanitari e risultano tra i frutti che più di frequente presentano residui di pesticidi.


Frutti di bosco: proprietà e benefici


Lamponi, fragole, more, ribes, mirtilli neri e rossi condividono importanti proprietà nutrizionali e salutistiche, dovute alla concentrazione e alla sinergia di sostanze preziose. Approfondiamole.



1. Sono un'ottima fonte di vitamina C

I frutti di bosco sono ricchi di acido ascorbico, il micronutriente noto soprattutto per la sua capacità di rinforzare il sistema immunitario.

Oltre ad agire come immunostimolante, la vitamina C possiede proprietà antiossidanti, nonché altre qualità e funzioni che producono effetti protettivi sull'apparato cardiovascolare, contribuendo tanto a normalizzare i valori del colesterolo, quanto a ridurre i trigliceridi, quanto, ancora, a offrire al sistema cardiocircolatorio difesa dai radicali liberi in eccesso.


Inoltre la vitamina C svolge un ruolo fondamentale per la costituzione e il rinnovamento del collagene, la proteina strutturale presente in tutti i distretti del corpo, dalla pelle alle cartilagini, dai tendini alle ossa, dai denti ai vasi.



2. Racchiudono flavonoidi antiossidanti

I colori vivaci di lamponi, fragole, ribes e simili segnalano alte concentrazioni di flavonoidi, in particolare antociani.


Il dottor Avoledo illustra i benefici dei frutti di bosco a "Il mio medico" su TV2000.

A questi pigmenti - che potenziano il ruolo della vitamina C, arginando lo stress ossidativo e le sue conseguenze su cellule e tessuti - si deve un'azione antinfiammatoria, antitumorale, antiaging e migliorativa dell'elasticità dei vasi sanguigni.



3. Contengono carotenoidi protettivi di cuore, occhi e pelle

Portare in tavola i frutti di bosco assicura carotenoidi, anch'essi utili per contrastare i radicali liberi e l'invecchiamento precoce.

Nello specifico, in mirtilli, more e altri analoghi frutticini si ritrovano luteina e betacarotene, principi attivi fondamentali per la corretta funzionalità visiva.

IL PRODOTTO CHE HO SELEZIONATO PER VOI
Succo di Mirtillo
Puro succo di mirtillo biologico non diluito e senza zuccheri aggiunti
Beutelsbacher


Il betacarotene, precursore della vitamina A, è anche alleato del benessere cardiovascolare, nonché efficace per preservare salute e bellezza della pelle, prepararla all'abbronzatura e attutire l'impatto nocivo della radiazione luminosa.



4. Sono ricchi di minerali benefici

Il consumo dei frutti di bosco apporta interessanti quantitativi di alcuni minerali essenziali per la salute, come potassio e magnesio.

Impara a mangiare in modo più sano con i consigli nutrizionali del dottor Avoledo

Mangiare spesso i frutti di bosco aiuta così a soddisfare il fabbisogno di questi due nutrienti, i cui livelli nell'organismo nei mesi caldi possono impoverirsi a causa di una più abbondante sudorazione, esponendo al rischio di stanchezza psicofisica, crampi, sbalzi pressori, vertigini e altri fastidi.



5. Costituiscono una generosa riserva di fibre

In more, fragole, lamponi e altri piccoli frutti è percentualmente abbondante la fibra alimentare. L'introito di fibre con la dieta influenza lo sviluppo di una flora batterica sana e la regolarità intestinale, ma anche il controllo della glicemia e del profilo lipidico, e offre un contributo persino nella prevenzione di alcuni tipi di cancro, come il carcinoma del colon.


Se i pregi di tutti i frutti di bosco sono assodati, una menzione particolare la meritano i mirtilli: il profilo nutrizionale e salutistico del mirtillo nero gli vale il titolo di autentico "cibo-medicina".

I frutti di bosco sono una fonte di salute e bellezza perché accomunati da spiccate proprietà benefiche: garantiscono un buon apporto di vitamina C, magnesio, potassio, fibre e un pool di sostanze antiossidanti. I frutti di bosco costituiscono un perfetto alimento antinvecchiamento, sia sotto il profilo medico che estetico.

Un ulteriore punto di merito dei frutti di bosco è la loro versatilità: buonissimi da soli, come spezzafame salutare, ribes, mirtilli, fragole, more e lamponi sono ottimi anche insieme ai cereali della prima colazione, si abbinano perfettamente ad altri frutti per comporre fresche e colorate macedonie che in estate trovano tanti estimatori, dissetano con gusto quando sono utilizzati per la preparazione di frullati e centrifugati (che possono rappresentare una delle porzioni di frutta da mangiare ogni giorno).


Controindicazioni e interazioni farmacologiche dei frutti di bosco


In merito alle principali controindicazioni dei frutti di bosco, una sola cautela (minima rispetto ai benefici e che coinvolge unicamente i soggetti predisposti) riguarda le fragole, il più precoce dei frutti di bosco. Poiché stimolano l'organismo a rilasciare istamina, se consumate in dosi massicce le fragole potrebbero favorire episodi simil-allergici, caratterizzati da orticaria e prurito.

Per quel che invece attiene alle interazioni farmacologiche dei frutti di bosco, viene sconsigliata l'assunzione di succo di mirtillo da parte di chi sia in terapia con farmaci anticoagulanti, come il Warfarin.


Articolo di
biologo nutrizionista, dottore magistrale in scienze della nutrizione umana, dottore magistrale in scienze naturali, master universitario in naturopatia.


PER APPROFONDIRE L'ARGOMENTO
I Colori della Salute Fabio Firenzuoli
Tecniche Nuove Edizioni

FONTI E BIBLIOGRAFIA SCIENTIFICA

LINK SPONSORIZZATI

I VOSTRI COMMENTI